Le Fratture Vertebrali Lombari, come Trattarle

Le fratture vertebrali lombari, sebbene non siano tra le lesioni ossee più comuni, rappresentano una significativa percentuale delle lesioni vertebrali, costituendo circa l’80% di queste. Queste fratture possono avere conseguenze molto gravi, come lesioni midollari e paralisi degli arti inferiori, richiedendo trattamenti specifici in centri specializzati di riabilitazione neurologica intensiva.

Il tratto lombare: anatomia e fisiologia

Il tratto lombare è una sezione della colonna vertebrale situata tra l’osso sacro, in basso, e il tratto dorsale, in alto. È costituito da cinque vertebre, identificate come L1, L2, L3, L4 e L5. Le fratture coinvolgono più frequentemente le prime due vertebre.

Le fratture delle vertebre del tratto lombare

Meccanismi di lesione

Le fratture vertebrali lombari possono essere causate da vari meccanismi:

  • Traumi indiretti: Spesso colpiscono uomini tra i 40 e i 50 anni e sono causati da iperflessioni del tratto lombare, come cadute brusche sui piedi o sulle natiche.
  • Crolli osteoporotici: Colpiscono principalmente le donne a causa dell’osteoporosi. Queste fratture non sono associate a traumi specifici ma al “crollo” del corpo vertebrale dovuto alla debolezza strutturale.
  • Traumi diretti: Possono derivare da incidenti stradali, colpi di arma da fuoco o impatti violenti con oggetti duri.

Classificazione delle fratture lombari

Le fratture lombari possono essere classificate in base alla localizzazione e alla gravità della lesione:

  • Fratture del corpo vertebrale:

    • Fratture discoarticolari: Lesioni limitate al disco intervertebrale e alla superficie osteocartilaginea.
    • Fratture somatiche: Lesioni limitate al corpo vertebrale.
    • Fratture discosomatiche: Lesioni che interessano sia il corpo vertebrale che il disco intervertebrale.
  • Fratture dell’arco vertebrale:

    • Fratture apofisarie
    • Fratture degli istmi
    • Fratture delle lamine
    • Fratture dei peduncoli
  • Fratture del corpo e dell’arco vertebrale:

    • Fratture senza lussazione
    • Fratture con lussazione, che comportano un rischio di lesione midollare.

Come si curano le fratture vertebrali lombari?

Trattamenti

Il trattamento delle fratture vertebrali lombari varia in base alla gravità e alla tipologia della frattura. Le fratture possono richiedere:

  • Immobilizzazione: Per un periodo che va dai 20 ai 90 giorni, seguito da fisioterapia. Questo è comune per fratture meno gravi.
  • Intervento chirurgico: Nei casi più gravi, per stabilizzare la frattura e prevenire ulteriori complicazioni.

Tempistiche di immobilizzazione

  • Fratture del corpo vertebrale: Possono necessitare di immobilizzazione con corsetto gessato per circa 30 giorni, seguita da un periodo di camminata assistita con busto rigido per circa due mesi.
  • Fratture discoarticolari: Trattate con busto rigido o gessato per poco più di un mese.
  • Fratture totali: Richiedono immobilizzazione con busto gessato per circa 90 giorni, spesso seguita da un intervento chirurgico per evitare spostamenti durante l’immobilizzazione.

In cosa consiste la fisioterapia per le fratture del tratto lombare?

La fisioterapia è cruciale per il recupero post-frattura, aiutando il paziente a riacquisire il corretto movimento e funzionalità del corpo. Gli obiettivi del ciclo fisioterapico includono:

  • Trattamento antalgico e antinfiammatorio: Per ridurre il dolore e migliorare la mobilità dei tessuti.
  • Tecniche avanzate: Utilizzo di tecarterapia, ultrasuoni, laser ad alta potenza e altre tecnologie per accelerare la guarigione.
  • Training di stabilizzazione: Esercizi mirati a rinforzare la muscolatura stabilizzatrice del tronco.
  • Recupero dell’equilibrio e della propriocettività: Esercizi progressivi per migliorare l’equilibrio e il controllo del movimento.

Fasi della fisioterapia

  1. Trattamento iniziale: Riduzione del dolore e recupero della mobilità attraverso massaggi e terapie fisiche.
  2. Stabilizzazione e rinforzo muscolare: Esercizi mirati alla muscolatura addominale e del tronco.
  3. Recupero dell’equilibrio: Esercizi progressivi, inizialmente a corpo libero e successivamente con pesi ed elastici.
  4. Ottimizzazione della funzionalità del tronco: Esercizi per migliorare la torsione, flessione, rotazione e estensione della schiena.

Costola incrinata

Le costole incrinate possono essere una conseguenza di traumi al tratto lombare e non rappresentano una vera e propria frattura. Queste lesioni guariscono generalmente da sole con riposo e gestione del dolore.

Trattamento delle costole incrinate

  • Applicazione di ghiaccio: Per ridurre l’infiammazione.
  • Antidolorifici: Somministrazione di farmaci anti-infiammatori.
  • Riposo: Evitare attività che possano aggravare il dolore.
  • Esercizi leggeri: Per allungare delicatamente i muscoli delle spalle e della parete toracica.

Le lesioni alle costole migliorano generalmente entro 3-6 settimane. Se i sintomi persistono, è consigliabile consultare un medico per ulteriori esami.


In conclusione, le fratture vertebrali lombari richiedono un trattamento specializzato e un programma di riabilitazione completo per ottimizzare il recupero funzionale e migliorare la qualità della vita dei pazienti.

 

Se pensi di avere una Frattura Vertebrale Lombare, consulta un medico e considera la consulenza di un fisioterapista del nostro centro di fisioterapia Bergamo, Physioactive, per un trattamento mirato e efficace.

Contattaci, siamo specializzati in terapia manuale ed esercizio terapeutico, in questi anni abbiamo investito molto nella formazione e abbiamo acquisito molta esperienza clinica nel trattamento di questa patologia, sapremo valutare la tua situazione clinica e consigliarti il miglior percorso terapeutico.

Via Fornaci, 3/A

24027 Nembro (BG)

Lun - Ven: 8:00/20:00

Sab: 8:00/13:30

Privacy

14 + 14 =