Mal di schiena in vacanza? Semplici regole per evitarlo

L’ESTATE è un momento perfetto per dedicarsi a sé stessi. È sinonimo di relax, svago, occasione ideale per ritemperare il corpo e lo spirito!

La POSTURA c’entra sempre!

In estate passiamo intere giornate seduti e questo non va bene!

1- Evita il mal di schiena non stando troppe ore seduto

La posizione seduta, infatti, non è così naturale come sembra a noi, anche se può apparire accomodante e salutare! Il nostro corpo è progettato per muoversi e non per stare fermo e seduto!

Abbiamo 360 articolazioni e 640 muscoli che permettono al corpo umano di essere una perfetta “macchina” per il movimento. 

Il movimento è il nostro stesso nutrimento. 

Infatti, nella nostra storia evolutiva l’uomo per sopravvivere ha dovuto MUOVERSI: doveva muoversi per la caccia, per ricercare territori che da un punto di vista climatico e ambientale gli consentissero di mettersi in salvo, e continuare a vivere. 

Quando siamo in piedi la pressione sui dischi è di circa 70-80 kg (su un uomo di taglia normale). 
Quando siamo invece seduti a lungo, la pressione sui dischi intervertebrali aumenta rispetto a quando siamo in piedi circa del 40%, diventando così di 98-112 kg.

Questo succede perché da seduti la nostra schiena perde la sua fisiologica “curvatura”: le gambe si flettono, il bacino cambia la sua posizione rispetto alla colonna che viene spinta indietro perdendo la fisiologica lordosi lombare, il baricentro si sposta in avanti rispetto alla colonna e per stare dritti siamo costretti ad usare più muscoli.

Un altro aspetto per cui la posizione seduta può provocare dolore è la FISSITÁ.

2- Evita il mal di schiena e le posizioni ferme

Se c’è fissità, cioè se si sta seduti a lungo, i dischi non hanno la possibilità di re-idratarsi.

Questo dimostra che non siamo fatti per stare seduti, ma per il movimento! 
Come prevenire dunque i danni della posizione seduta? 
Basta ricordare alcune semplici regole perché il riposo non diventi nemico della nostra schiena!

IMPARA A STARE SEDUTO CORRETTAMENTE! 
Quando sei in auto, al danno della posizione seduta si aggiunge quello provocato dalle vibrazioni. 
Regola il sedile e l’inclinazione dello schienale e siediti in modo da avere la schiena e la testa ben poggiati. Regola la distanza del sedile al volante in modo da mantenere i gomiti morbidi. 
Utilizza un cuscino di sostegno per la regione lombare oppure un asciugamano arrotolato in modo da formare un cilindro. 
Fai pause ogni 100 km se il tuto viaggio è lungo e approfitta per fare quattro passi e bere un caffè o semplicemente un bel bicchiere di acqua fresca!

3- Attenzione a come sollevi valigie o borse

Ricorda che non devi mai flettere la schiena ma inclinare il busto in avantimantenendo le ginocchia morbide. Piegati verso il basso e solleva i bagagli accompagnando con tutto il corpo il movimento fino all’appoggio delle valigie, evitando di torcere il busto.

Per sollevare un peso da terra può esserti utile conoscere la Tecnica del GROUNDING, il Principio di ALEXANDER e il concetto del VERROUILLAGE o del “catenaccio”.

4- In spiaggia non farti prendere dal “dolce far niente”

Ricorda che sono le posizioni fisse e prolungate il vero fattore di rischio per il tuo mal di schiena.

Sul lettino può essere utile sostenere la colonna cervicale e lombare utilizzando un telo mare arrotolato da mettere sotto la testa e dietro la schiena o un cuscino gonfiabile più adatto alla spiaggia.

Ma ricordati di alzarti ogni 30 minuti e muoverti!

Puoi cambiare posizione, sgranchire le gambe, fare una passeggiata a piedi nudi sulla spiaggia. Questa attività è un vero toccasana per la nostra salute: camminare sulla sabbia infatti stimola la propriocettività del piede, una vera e propria ginnastica anche per il nostro sistema nervoso.

5- Attenzione all’attività fisica improvvisata

Ma può capitare che si viene come assaliti da un incontrollabile entusiasmo estivo e da un frenetico desiderio di sport a cui bisogna fare attenzione, perché gli sforzi eccessivi non sono solo sollevare valigie e borsoni ma anche intraprendere un’attività fisica intensa come la corsa, partite di pallavolo sulla spiaggia, gare a racchettoni sul bagnasciuga o lunghe pedalate senza essere ben allenati e con un corpo che probabilmente è arrivato all’estate già “in riserva”.

Quindi, perché la tua ESTATE sia al riparo dal mal di schiena ricorda di trascorre sotto l’ombrellone solo il tempo di una buona lettura… come questa.

Se pensi di soffrire di Mal di schiena in vacanza, contattaci, la prima visita spesso è gratuita e insieme potremo pianificare un piano di trattamento adeguato.

Per approfondire clicca qui…Mal di schiena in vacanza.

Via Fornaci, 3/A

24027 Nembro (BG)

Lun - Ven: 8:00/20:00

Sab: 8:00/13:30

Privacy

4 + 2 =