Sindrome del Tunnel Carpale, cause e cure

La sindrome del tunnel carpale è una condizione neuropatica causata dalla compressione del nervo mediano all’interno del tunnel carpale del polso. Questo disturbo, che può limitare significativamente la vita quotidiana, è comune tra chi svolge attività che richiedono movimenti manuali ripetitivi, come l’uso prolungato del computer o lo strumento musicale, e in coloro che subiscono microtraumi o espongono le mani a vibrazioni frequenti.

Anatomia del Polso e Tunnel Carpale

Il polso collega l’avambraccio alla mano e permette movimenti come la flessione, l’estensione, e le deviazioni ulnare e radiale. È costituito dall’articolazione radio-carpica, che unisce il radio a tre ossa del carpo, e dall’articolazione medio-carpica, tra le file di ossa carpali. Il tunnel carpale è formato dalle ossa del carpo e dal legamento carpale trasverso, al cui interno passano il nervo mediano e nove tendini.

Cause della Sindrome del Tunnel Carpale

Le cause della sindrome del tunnel carpale possono essere varie, spesso correlate alla perdita di stabilità dell’articolazione o a condizioni che riducono lo spazio nel tunnel carpale, aumentando la pressione sul nervo. Fattori di rischio includono sovrappeso, gravidanza, lavori o hobby che comportano movimenti ripetitivi del polso, uso di strumenti vibranti, artrite, diabete, e predisposizione genetica. Donne e individui oltre i 40 anni sono i più colpiti.

Sintomi

I sintomi iniziali includono formicolio e alterata sensibilità nelle prime tre dita, che possono progredire a perdita di sensibilità e atrofia muscolare. Il dolore può estendersi dal polso all’avambraccio, accompagnato da debolezza e difficoltà nel mantenere la presa degli oggetti.

Diagnosi

La diagnosi richiede l’intervento di un medico specialista e può avvalersi di esami come l’elettromiografia, l’ecografia del polso o la risonanza magnetica, oltre a test clinici specifici come il test di Phalen e il test di Tinel.

Trattamento

Conservativo

Il trattamento conservativo è spesso sufficiente e include terapia manuale, uso di tutori notturni, tecniche di neuro-dinamica per il recupero della funzionalità nervosa, e l’adozione di misure per ridurre la pressione sul nervo mediano. Tecniche fisioterapiche come la laserterapia, l’ipertermia, la tecarterapia, le onde d’urto e l’elettroterapia possono aiutare a gestire il dolore e l’infiammazione.

Chirurgico

L’intervento chirurgico, che prevede il taglio del legamento trasverso del carpo per liberare il nervo, è considerato quando i sintomi sono gravi o non rispondono al trattamento conservativo. La riabilitazione post-operatoria è cruciale per un recupero ottimale.

Osteopatia

L’osteopatia offre un approccio olistico per alleviare la pressione sul nervo mediano, migliorando la funzionalità generale del corpo e concentrando il trattamento non solo sull’area affetta ma anche sul miglioramento delle condizioni di sistemi correlati e sulla meccanica del corpo nel suo insieme.

Conclusione

La sindrome del tunnel carpale, sebbene possa essere debilitante, può essere gestita efficacemente con un approccio di trattamento mirato. La diagnosi tempestiva e un piano di trattamento personalizzato, che può includere sia metodi conservativi sia interventi chirurgici, permettono ai pazienti di recuperare la funzionalità della mano e di migliorare significativamente la qualità della vita.

Se pensi di soffrire di Sindrome del Tunnel Carpale, consulta un medico e considera la consulenza di un fisioterapista del nostro centro di fisioterapia Bergamo, Physioactive, per un trattamento mirato e efficace.

Contattaci, siamo specializzati in terapia manuale ed esercizio terapeutico, in questi anni abbiamo investito molto nella formazione e abbiamo acquisito molta esperienza clinica nel trattamento di questa patologia, sapremo valutare la tua situazione clinica e consigliarti il miglior percorso terapeutico.

Via Fornaci, 3/A

24027 Nembro (BG)

Lun - Ven: 8:00/20:00

Sab: 8:00/13:30

Privacy

2 + 6 =