Condropatia rotulea, cause e trattamento

La condropatia rotulea è una condizione dolorosa del ginocchio caratterizzata da una sofferenza della cartilagine che si trova al di sotto della rotula. La rotula nella zona posteriore, il versante che non possiamo toccare con le mani, è a contatto con i condili femorali formando la troclea femorale responsabile della trasmissione della forza del muscolo quadricipite verso la gamba.

La condropatia del ginocchio è può essere asintomatica in una fase iniziale, il danno alla cartilagine provoca dolore solo in una fase più avanzata. Maggiore è il danno, maggiore è il dolore e il disagio, la sintomatologia quindi è spesso legata all’estensione del danno.A volte sono colpite entrambe le ginocchia.

Cos’è la condropatia rotulea

Nelle articolazioni la cartilagine ha un vero ruolo protettivo. Situata alle estremità delle ossa, consente un funzionamento ottimale dell’articolazione impedendo alle ossa di sfregarsi l’una contro l’altra durante il movimento. Pertanto, le ossa scivolano perfettamente e ogni movimento può essere eseguito facilmente. In alcune patologie della cartilagine, come la condropatia rotulea, la condropatia femoro-rotulea o la condropatia femorale tibiale, la cartilagine viene colpita e si indebolisce.

Questa patologia può essere associata all’osteoartrosi, sebbene non sia completamente identica. L’osteoartrosi si riferisce infatti allo stadio avanzato della patologia mentre la condropatia è più rappresentativa della malattia al suo esordio. La condropatia può essere distinta in un ginocchio in diverse forme di patologia.

Condropatia rotulea sintomi

    • Il dolore non si manifesta sempre nello stesso modo. A seguire una disamina delle varie manifestazioni del dolore al ginocchio causata dalla condropatia femoro-rotulea:

 

  • Dolore dietro la rotula, spesso viene percepito come dolore da pressione quando si muove il ginocchio contro una resistenza.
  • il dolore si può presentare anche a riposo, durante e soprattutto dopo essere stati seduti a lungo, ad esempio guida in auto, voli di lungo raggio, cinema, lavoro al computer.
  • Il dolore durante lo svolgimento delle normali di attività di vita quotidiana, come piegarsi piegando le ginocchia per raccogliere un oggetto a terra, è spesso in entrambe le ginocchia.
  • il dolore accentuato in posizione accovacciata oppure quando si cammina in discesa, quando si scia, quando si scendono le scale, quando si va in bicicletta e quando si guida in macchina (frizione, accelerazione).
  • Possibile attrito e fastidioso crepitio, dietro la rotula quando il soggetto piega o allunga l’articolazione del ginocchio.
 

Le cause della condropatia rotulea

Le cause di queste alterazioni nella cartilagine della rotula sono spesso sconosciute. Sforzi atletici o professionali eccessivi favoriscono tale usura della cartilagine.

Questa patologia si riscontra molto frequentemente in atleti come calciatori, podisti, sciatori o professionisti sportivi di alto livello, ma anche in soggetti la cui attività coinvolge molto la flessione della gamba, come ad esempio piastrellisti che sono costantemente a terra.

Tra questi fattori di rischio dovrebbe essere incluso il sovrappeso. Questo perché l’eccessivo peso del corpo crea un sovraccarico sulle ginocchia e contribuisce all’insorgenza della patologia. Anche altri fattori come traumi all’articolazione, instabilità del ginocchio o movimenti mal condotti durante attività come lo sport, possono favorire l’insorgenza della patologia. Ma il dolore può verificarsi anche in assenza di uno sforzo prolungato.

La fisioterapia per la condropatia rotulea

Il fisioterapista attraverso la valutazione riabilitativa può approfondire la postura e le disfunzioni di movimento per creare il percorso terapeutico adatto ad ogni individuo. Troppo spesso ci si concentra solo sul potenziamento del muscolo quadricipite e si perde di vista l’uomo nella sua globalità.

Gli esercizi di forza mirati e di stretching migliorano sicuramente il quadro clinico riducendo la pressione sull’articolazione. Nella gestione del paziente in fase acuta possono essere utilizzate le seguenti terapie fisiche:

Le sedute di fisioterapia consentono di ottenere buoni risultati, sia sulla mobilità dell’articolazione interessata che sul dolore. Questa riabilitazione consente da un lato di allungare i muscoli della parte posteriore del ginocchio e della coscia, e dall’altro di sviluppare i muscoli situati nella parte anteriore della coscia e che formano il quadricipite.

La chirurgia è stata utilizzata sempre meno negli ultimi anni, ma può comunque essere essenziale, ad esempio in caso di deformazioni significative.

La condropatia è una patologia che può essere prevenuta, così come è possibile ridurre il dolore, limitare il rischio di lesioni e preservare l’articolazione, in particolare se ci sono già avvisaglie o segni clinici che possano far pensare di avere questa patologia.

Per approfondire e comprendere diversi aspetti delle condropatia rotulea clicca qui…https://www.fisioterapiaitalia.com/blog/condropatia-rotulea/

Via Fornaci, 3/A

24027 Nembro (BG)

Lun - Ven: 8:00/20:00

Sab: 8:00/13:30

10 + 2 =