Dolore all gambe, cause e rimedi

Il dolore alle gambe è tra gli argomenti più ricercati sul web. Può essere descritto come qualsiasi sensazione di dolore o disagio nell’area che va dall’inguine alla caviglia.

Il dolore è un campanello di allarme di un problema del corpo, in questo caso specifico, delle gambe (e non solo). Le strutture anatomiche che interessano le gambe sono numerose. Un dolore alle gambe può essere causato da un semplice affaticamento muscolare o nascondere un problema vascolare più importante.

Dolore alle gambe

Il dolore alle gambe varia per tipo e gravità e in genere dipende dallo stile di vita di una persona e dai problemi medici associati. Il tipo di dolore può variare in base alla causa scatenante.

La maggior parte delle volte il dolore alle gambe è causato da usura, uso eccessivo o lesioni alle articolazioni o alle ossa, ai muscoli, ai legamenti, ai tendini e altri tessuti molli delle gambe. Altre volte il dolore alle gambe può essere causato da problemi nella parte inferiore della colonna vertebrale.

Il dolore alle gambe può anche essere causato da coaguli di sangue, vene varicose o cattiva circolazione.

Il dolore alle gambe può anche dipendere da determinate condizioni mediche che causano danni ai nervi periferici della gamba.

Dolore ai muscoli delle gambe

Il dolore ai muscoli delle gambe può dipendere dalla sindrome compartimentale, una condizione clinica causata da un aumento anomalo della pressione all’interno di un ventre muscolare o di un gruppo di muscoli. I muscoli sono avvolti da una membrana chiamata “fascia”, che non è molto elastica; nel caso in cui, a causa di un grande edema, o di un’importante emorragia, si verificasse un’espansione alterata dei tessuti, la fascia potrebbe rappresentare un ostacolo importante e determinare quindi la comparsa del dolore.

I sintomi che i pazienti avvertono nel caso di sindrome compartimentale alla gamba sono: dolore, bruciore, formicolio e difficoltà di movimento della caviglia, del piede e del ginocchio.

Il dolore ai muscoli delle gambe può anche essere dovuto a uno strappo muscolare. Gli strappi muscolari si verificano quando le fibre di un muscolo si allungano troppo o si strappano.

Dolore alle gambe notturno

Molte persone lamentano dolore e fastidio alle gambe quando sono a letto.Le cause possono essere molteplici.

Si può trattare di crampi notturni, ossia contrazioni involontarie dolorose o spasmi dei muscoli delle gambe, che di solito si verificano quando si è sdraiati. I crampi notturni alle gambe colpiscono di solito i muscoli del polpaccio, sebbene anche i muscoli dei piedi o delle cosce possano avere crampi.

Quando si ha un crampo al polpaccio il muscolo si contrae fortemente e la sensazione è molto sgradevole e dolorosa, se non addirittura insopportabile. I muscoli della zona interessata potrebbero far male per ore dopo l’episodio.

Per lenire il dolore prova ad allungare con forza il muscolo interessato (ad esempio, allunga il muscolo del polpaccio flettendo il piede verso l’alto). Muovi la gamba, massaggiala o sforzati di camminare. Potrebbe anche essere utile applicare ghiaccio o calore.

Un’altra causa di dolore alle gambe notturno è la sindrome delle gambe senza riposo. Si tratta di un disturbo del sonno che provoca un bisogno intenso, spesso irresistibile, di muovere le gambe quando si è sdraiati.

Queste sensazioni si provano, di solito, quando si è sdraiati a letto o quando si è seduti per lunghi periodi di tempo, come durante la guida. La sindrome delle gambe senza riposo si verifica in genere la sera, rendendo difficile addormentarsi.

Dolore gamba sinistra

Se senti un forte dolore alla gamba sinistra, potrebbe trattarsi di sciatica. La sciatica è un dolore lancinante che inizia nella parte bassa della schiena, si irradia nel gluteo e lungo la parte posteriore della gamba. Il dolore è spesso causato dalla pressione sul nervo sciatico da ernia del disco, sperone osseo o affaticamento muscolare. La sciatica può interessare anche il lato destro del corpo.

Il classico dolore sciatico inizia nella parte bassa della schiena e nei glutei, viaggia lungo la parte posteriore della coscia, oltre il ginocchio e talvolta nel polpaccio e nel piede. Il dolore si sente più forte nella gamba che nella schiena. Può variare da lieve a forte, provocando anche bruciore o un dolore lancinante. Intorpidimento o formicolio possono verificarsi nella gamba e nel piede. Attività come piegarsi o torcersi peggiorano il dolore, mentre sdraiarsi tende a portare sollievo. Correre o camminare può migliorare la situazione, piuttosto che stare seduti o in piedi per troppo tempo.

Gambe deboli

La debolezza delle gambe può derivare da problemi ai nervi o ai muscoli della parte inferiore del corpo ed è solitamente curabile. In alcuni casi la causa sottostante può essere una grave condizione che richiede cure mediche immediate, come ad esempio:

  • Radicolopatia;
  • Carenza di vitamine e minerali. Le tipiche carenze nutrizionali includono: Vitamina B6; Vitamina B12; Rame;
  • L’assunzione eccessiva di alcol e metalli pesanti, come arsenico, tallio o mercurio, può causare danni ai nervi periferici;
  • Stenosi spinale;
  • Diabete;
  • Tumori.

Dolore alle gambe e ciclo mestruale

Il dolore alle gambe, specialmente all’altezza delle cosce, è un sintomo comune del dolore mestruale. Il dolore dal basso addome può, infatti, essere trasferito alle cosce, alle ginocchia e ai polpacci.

Tutto il nostro corpo, del resto, è collegato da tessuti, fibre e vasi sanguigni.

Il dolore alle gambe può anche essere un sintomo comune dell’endometriosi. In caso di endometriosi, infatti, il tessuto endometriale può crescere dentro e intorno ai vasi che circondano il bacino, l’anca e le cosce.

Dolore alle gambe e fisioterapia

Oltre al trattamento di problematiche osteo-articolari, il fisioterapista interviene anche in molte altre condizioni cliniche:

  • Trattamento dei muscoli e dei tendini: lesioni muscolari e tendiniti;
  • Riabilitazione Vascolare;
  • Neurodinamica: nel caso in cui ci fosse una problematica legata al movimento del tessuto nervoso periferico, come nel caso di alcune neuropatie da compressione.

Il motivo per cui la fisioterapia, che si tratti di una cura preventiva, conservativa, pre operatoria o post operatoria, è sempre indicata, è che non presenta controindicazioni e può solo che migliorare le condizioni del paziente.

Il ciclo fisioterapico per condizioni dolorose alle gambe è costituito da tre elementi diversi che vengono utilizzati in sinergia nel corso delle terapie:

Per approfondire clicca qui…Dolore alle gambe 

Via Fornaci, 3/A

24027 Nembro (BG)

Lun - Ven: 8:00/20:00

Sab: 8:00/13:30

4 + 1 =