Ginocchio varo, cos'è e come intervenire

Il ginocchio varo (o ginocchio arcuato) è uno dei problemi più comuni del ginocchio. Tra tutti i problemi che causano dolore alle gambe, il ginocchio varo può essere riscontrato a qualsiasi età. Il ginocchio varo è caratterizzato dall’incurvamento delle ginocchia (dette anche ginocchia a “O” o ginocchia da cowboy), che si allontanano dalla linea mediana determinando una diminuzione della distanza tra le caviglie.

Come riconoscere il ginocchio varo

Il ginocchio è l’articolazione più grande del corpo umano ed è formato dalla parte distale del femore e da quella prossimale della tibia.

Queste due ossa vanno a formare un angolo di circa 170 gradi. In questo caso si parlerà di ginocchio valgo fisiologico.

Quando l’angolo tra il femore e la tibia è maggiore di 170 gradi, si parlerà di ginocchio varo. La conseguenza sarà un allontanamento delle gambe dalla linea mediana e una conseguente minore distanza tra i due piedi. Il ginocchio varo è solitamente associato a un piede cavo.

Cause del ginocchio varo

Il ginocchio varo è fisiologico nei neonati e nei bambini e raggiunge il suo picco tra i 6 ei 12 mesi. Durante la normale crescita, l’angolo tibiofemorale raggiunge lo zero tra i 18 ei 24 mesi, dopodiché si trasforma in un fisiologico ginocchio valgo, raggiungendo infine la configurazione adulta all’età di 6-7 anni. Il ginocchio varo dopo i 2 anni è considerato anormale.

Cause comuni di ginocchio varo sono:

  • Fisiologico (neonati e bambini piccoli).
  • Rachitismo.
  • Displasia ossea.
  • Crescita asimmetrica arrestata del femore distale mediale e della tibia prossimale.
  • Lesioni ripetute ai legamenti del ginocchio.
  • Malattia di Blount (tibia vara).
  • Pratica di sport durante l’adolescenza (come il calcio) possono incrementare un varo costituzionale del ginocchio.
  • Fratture della tibia o del femore.
  • Infezioni ossee Artrosi.
  • Ereditarietà.
  • Nanismo.

Sintomi del ginocchio varo

Oltre al disturbo estetico, i sintomi del ginocchio varo includono:

  • Difficoltà a camminare.
  • Zoppia.
  • Dolore al ginocchio.
  • Deformazione.
  • Dolori muscolari.
  • Dolori articolari.
  • Gonfiore.

In caso di eccessivo varismo del ginocchio può accadere che due strutture vengano particolarmente sollecitate: il menisco mediale e il legamento collaterale laterale. A livello biomeccanico il ginocchio varo subirà conseguenze anche a livello muscolare.

Trattamento per il ginocchio varo

Quando la patologia non è molto grave o non è in uno stato molto avanzato, l’utilizzo di plantari correttivi insieme al lavoro di rinforzo e riequilibrio muscolare dell’arto inferiore e del core, solitamente disattivano i meccanismi di lesione da sovraccarico e stress tipici del ginocchio varo.

Nei bambini ancora in fase di crescita è possibile correggere completamente le alterazioni utilizzando gli appositi plantari, che devono essere indossati fino alla risoluzione del problema.

Al contrario, se la patologia è in uno stadio molto avanzato e/o degenerata in artrosi dell’articolazione, la soluzione può essere l’intervento chirurgico (osteotomia, protesi).

La riabilitazione prevedeva la mobilizzazione graduale del ginocchio, che è la parte principale del trattamento fisioterapico, l’utilizzo di mezzi fisici e l’esercizio terapeutico.

Per approfondire e conoscere gli esercizi da eseguire in ufficio clicca qui…Il ginocchio varo

Via Fornaci, 3/A

24027 Nembro (BG)

Lun - Ven: 8:00/20:00

Sab: 8:00/13:30

1 + 8 =