Tendinopatia al tendine d'Achille, cause e trattamenti

Come tutti i tessuti del corpo, anche il tendine quando è sottoposto a uno stress continuo, a carichi importanti o lavora male a causa di una disfunzione articolare, può andare incontro a una condizione patologica come la tendinopatia.

Cos’è la tendinopatia

La “tendinopatia” è una patologia a carico di un tendine che è caratterizzata da sintomi quali: dolore locale in prossimità del tallone, limitazione del movimento, gonfiore, rossore e rigidità.

Il tendine è la porzione di muscolo che si inserisce sull’osso. A differenza della struttura muscolare, il tendine ha una componente più fibrosa, infatti è costituito da una minor percentuale di elastina, una fibra proteica dotata di importanti proprietà elastiche.

Il tendine d’Achille

Il tendine d’achille insieme al tendine rotuleo si configura come uno dei tendini più grandi del nostro corpo. Il motivo della sua dimensione è dato dal fatto che è sottoposto ad un carico importante, infatti trovandosi nel margine posteriore della caviglia, sopporta il peso di quasi tutto il nostro corpo quando effettuiamo dei movimenti.

Il tendine di achille, che spesso per abbreviazione è chiamato “achilleo”, permette di ancorare i muscoli del tricipite della sura alla tuberosità posteriore del calcagno, l’osso del piede che costituisce la regione anatomica detta “tallone”.

Sintomi e diagnosi della tendinopatia 

I sintomi principali sono quattro:

  1. Dolore locale durante la palpazione e durante lo sforzo ( nei casi più avanzati il dolore è presente anche durante la semplice deambulazione);
  2. Gonfiore in prossimità del tallone;
  3. Calore e rossore lungo il tendine;
  4. Rigidità, soprattutto al mattino.

L’esame clinico  confermato da esami diagnostici che comprendono:

  • l’ecografia;
  • la risonanza magnetica.

Fattori di rischio

Questa tendinopatia ha una origine multifattoriale. Tra i fattori più influenti abbiamo sicuramente:

  • Patologie reumatiche;
  • Uso di farmaci particolari e/o di steroidi;
  • Lassità muscolo-legamentosa;
  • Eventi traumatici passati
  • Attività lavorativa usurante per il tendine di achille
  • Attività sportiva che sovraccarica il tendine achilleo come tutti gli sport da corsa e in particolare l’atletica leggera di lunghe distanze.

Secondo alcuni studi effettuati nel 2009, questa condizione è frequente tra i corridori con un’incidenza di circa 15 casi su 100. Sono molti i fattori che aumentano la probabilità di rischio di contrarre un’infiammazione di questo tendine durante lo sport da corsa, e spaziano dal tipo di allenamento, al tipo di scarpe da running, dal modo di correre.

Fisioterapia per la rizoartrosi

I nostri percorsi fisioterapici per questa tendinopatia prevedono l’elaborazione di un training di esercizi (attivi, passivi, con carico e senza) altamente specifico!

Per curare pazienti affetti da tendinopatia al tendine di achille, nel nostro centro Physioactive, procediamo in questo modo:

  1. Valutazione iniziale: dura circa un’ora e ha lo scopo di conoscere il paziente e il motivo che lo ha spinto a rivolgersi a noi.
  2. Mezzi fisici ad alta tecnologia, per andare a ridurre il dolore, come la tecaterapia, la laserterapia, e gli ultrasuoni ;
  • Tecniche di terapia manuale, per equilibrare le tensioni miofasciali della gamba e del piede, e per migliorare il movimento articolare della caviglia;
  • Esercizio terapeutico, è l’elemento fondamentale. Ci sono degli esercizi e delle modalità specifiche di allenamento che ti permettono di riadattare il tendine allo sforzo e limitare al massimo la probabilità di recidive.

Per approfondire clicca qui…Tendinopatia 

Via Fornaci, 3/A

24027 Nembro (BG)

Lun - Ven: 8:00/20:00

Sab: 8:00/13:30

14 + 1 =