Colpo di frusta, sintomi e rimedi

La distorsione del rachide cervicale, anche detta “colpo di frusta”, è una patologia molto comune che riguarda chi subisce un impatto o un colpo tale da far sobbalzare rapidamente la testa indietro e poi in avanti.

La regione interessata è il tratto cervicale che va dalla vertebra C1 (vertebra atlante) alla vertebra C7 (vertebra prominente).

Cos’è il colpo di frusta

Il colpo di frusta è classificabile come sindrome cervicale post-traumatica ed è considerato una condizione relativamente lieve, ma può causare dolore e disagio a lungo termine. I disturbi possono essere a livello del collo ma anche irradiarsi alle spalle o alle braccia come nel caso della cervico – brachialgia. Questo quadro clinico di dolore irradiato, non raramente associato al colpo di frusta, è tipico di una sofferenza di uno o più nervi della cervicale che vengono compressi dal disco vertebrale, come nel caso dell’ernia del disco cervicale.

Un altro sintomo che può essere associato al colpo di frusta è il mal di testa noto anche come cefalea. I muscoli e i nervi del collo hanno delle strette connessioni anatomiche con il cranio e con l’articolazione temporo mandibolare, ATM. È facile intuire quanto sia importante affidarsi ad un bravo fisioterapista se abbiamo subito un colpo di sfrusta, in quanto la presenza di patologie pregresse anche se lievi, come ad esempio l’artrosi cervicale, può causare casi clinici più complessi e aumentare i tempi di guarigione. Solo nei casi più gravi invece, un colpo di frusta può provocare un trauma osseo e quindi causare una frattura della cervicale.

Cause e sintomi del colpo di frusta

La maggior parte delle lesioni da colpo di frusta deriva da una collisione che determina un’improvvisa accelerazione o decelerazione:

  • Incidenti d’auto
  • Sport di contatto (calcio, karate, boxe)
  • Cadute in cui la testa scatta violentemente in avanti
  • Incidenti in bicicletta
  • Colpi alla testa con oggetti pesanti

I sintomi del colpo di frusta solitamente sono difficili da ignorare, ma in alcuni casi potrebbero comparire qualche giorno dopo l’incidente, è importante quindi prestare attenzione a eventuali cambiamenti fisici. Fra questi abbiamo:

  • Dolore al collo
  • Vertigini
  • Acufeni
  • Parestesie
  • Visione offuscata
  • Stanchezza prolungata
  • Mal di testa alla base del cranio che s’irradia verso la fronte

Diagnosi del colpo di frusta

La diagnosi del colpo di frusta prevede un iniziale colloquio con il medico in pronto soccorso, il quale porrà domande al paziente che lo aiutino a capire quanto gravi siano i sintomi e con quale frequenza occorrono. Il medico indagherà anche in merito alla capacità del paziente di svolgere le normali attività quotidiane.

Trattamento per il colpo di frusta

Se il dolore da colpo di frusta e i sintomi correlati sono gravi e non sembrano scomparire, è necessario cercare assistenza fisioterapica e riabilitativa. La fase riabilitativa, dopo un infortunio di questo genere, è sempre necessaria per recuperare al 100%. Un mancato lavoro di fisioterapia può portare a complicazioni e sfociare nella cronicizzazione.

La riabilitazione prevede due fasi:

  1. FASE INIZIALE O ACUTA: in questa fase il fisioterapista attua tecniche e manovre antinfiammatorie e di rilassamento muscolare come la tecarterapia.
  2. FASE DI RIEDUCAZIONE FUNZIONALE: la seconda fase migliora la rigidità muscolare e la mobilità del tratto cervicale, mediante esercizi anche di rieducazione posturale per il recupero del controllo muscolare e di una corretta funzionalità del rachide cervicale, attraverso specifici esercizi di rieducazione funzionale e poi successivamente allenamento terapeutico per stabilizzare i risultati ottenuti.

Per approfondire e conoscere gli esercizi da eseguire in ufficio clicca qui…Colpo di frusta

Via Fornaci, 3/A

24027 Nembro (BG)

Lun - Ven: 8:00/20:00

Sab: 8:00/13:30

4 + 13 =