La meniscosi, cause e trattamenti

Avverti dolore al ginocchio? Può essere l’infiammazione al menisco che spesso non è affrontato dal giusto specialista.

Forse non lo sapevi, ma il ginocchio è l’articolazione più grande del corpo umano! In effetti avendo la possibilità di vedere e palpare le sue superfici, è facile intuire che sono di gran lunga più ampie del polso, del gomito o della caviglia.

Cos’è il menisco?

Il menisco è una struttura fribro-cartilaginea a forma di semiluna situata sul piatto tibiale e ha lo scopo di ammortizzare il carico che dal femore (osso della coscia) si trasmette alla tibia (che insieme al perone forma lo scheletro della gamba). Questa struttura è importante anche per la distribuzione del liquido sinoviale, per la propriocezione del ginocchio e per migliorare la congruità delle facce articolari. Ogni ginocchio ha due menischi, uno laterale e uno mediale. Il menisco mediale è in stretto rapporto con il legamento crociato anteriore, per questo motivo nei casi di traumi in rotazione esterna e flessione, si ha la triplice lesione di:

  • Legamento crociato interno;
  • Menisco mediale;
  • Legamento collaterale mediale.

Cos’è la meniscosi?

La parola “meniscosi” sta ad indicare una degenerazione del menisco ed eventuali lesioni di quest’ultimo che possono portare ad avere un dolore localizzato che limiti la funzionalità del ginocchio.

Qualsiasi danno meniscale, tranne nelle condizioni in cui si ha una lesione completa del menisco, può essere curato con successo con la fisioterapia, in particolare con la terapia manuale associata a mezzi fisici come la tecarterapia.

Quali sono le caratteristiche della meniscosi?

La meniscosi ha quasi sempre un esordio subdolo poiché nel primo periodo non si hanno sintomi, e solitamente quando si iniziano ad avvertire dolore locale e limiti di funzionalità articolare con scrosci, la degenerazione è già molto avanzata.

Sono colpiti da questa condizione dolorosa soprattutto soggetti con:

– età maggiore di 50 anni,

– in sovrappeso;

– deformità articolari come ginocchio valgo o il ginocchio varo.

Come si diagnostica la meniscosi
Per diagnosticare la meniscosi vengono effettuati dei test clinici specifici e se questi risultassero positivi viene prescritta una Risonanza Magnetica per averne la conferma e valutarne la gravità. Si tratta di test manuali e palpatori che vanno a stressare la parte interessata, se provocano dolore sono positivi.

La risonanza magnetica è una tecnica diagnostica utilizzata in tutto il mondo, che si avvale di un campo magnetico e di radiofrequenze per produrre immagini dettagliate del nostro corpo.

Come prevenire la meniscosi

Per prevenire la meniscosi occorre limitare di sottoporre le ginocchia a traumi o a carichi ai quali non sono pronti. Le problematiche del sistema muscolo scheletrico sono troppo spesso messe in secondo piano.

Come immaginerai, mantenere una buona qualità di vita previene la meniscosi e qualsiasi altro tipo di patologia: la corretta pratica costante di uno sport e il mantenimento di un peso idoneo sono requisiti indispensabili per stare bene. Ma a volte tutto questo non basta, può succedere infatti che un ginocchio si muova meno bene dell’altro, e questa leggerissima disfunzione di movimento protratta nel tempo potrebbe generare delle alterazioni all’articolazione, fra le quali anche una meniscosi.

Trattamento della meniscosi

Inizialmente, dovresti trattare la meniscosi con tecniche conservative che includono riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione .

  1. Utilizzare le stampelle per evitare qualsiasi peso sul ginocchio. Evita qualsiasi attività che aggrava il dolore al ginocchio.
  2. Mettere ghiaccio sul ginocchio ogni 3-4 ore per 30 minuti. Comprimere o avvolgere il ginocchio in un bendaggio elastico per ridurre l’infiammazione. Solleva il ginocchio per ridurre il gonfiore.
  3. Si possono prendere farmaci per limitare il dolore come l’ibuprofene o l’aspirina o comunque qualsiasi altro farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) per ridurre anche il gonfiore intorno al ginocchio.
  4. Il medico o fisioterapista può raccomandare la terapia fisica per rafforzare i muscoli che circondano il ginocchio. La terapia fisica può aiutare a ridurre il dolore e aumentare la mobilità e la stabilità del ginocchio. Il fisioterapista può anche utilizzare tecniche di massaggio per ridurre gonfiore e rigidità.
  5. In casi di persistente ginocchio gonfio potrebbe trattatsi di Meniscosi con versamento, patologia che va approfondita con esami di diagnostica.

Per approfondire clicca qui…Meniscosi

Via Fornaci, 3/A

24027 Nembro (BG)

Lun - Ven: 8:00/20:00

Sab: 8:00/13:30

7 + 12 =